Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito

PRIMA GUERRA MONDIALE E VALORIZZAZIONE DELLA MEMORIA, SI CONCRETIZZA IL PROGETTO

Sacrario militare Castel Dante

Dopo l'approvazione in Giunta la scorsa settimana e il via libera della V Commissione del Consiglio provinciale di oggi si concretizza l'attuazione della legge provinciale 22 settembre 2017, n. 11 "Interventi per valorizzare la memoria del popolo trentino durante la Prima Guerra mondiale". L’esecutivo, nella seduta del 27 aprile, ha infatti individuato la data del 14 ottobre di ogni anno quale giornata per ricordare le vittime ed i caduti trentini della Grande Guerra ed ha scelto il Sacrario Militare di Castel Dante a Rovereto come luogo nel quale realizzare il memoriale dei caduti trentini della Grande Guerra. I dettagli saranno illustrati alla stampa venerdì 4 maggio, alle ore 11:30 presso la Sala stampa del palazzo della Provincia autonoma di Trento.

Provvisoriamente, in attesa che si completi l’iter di autorizzazione e realizzazione della sede definitiva, si è deciso di rendere pubblico il memoriale già nel 2018 presso la stazione ferroviaria di Trento e presso un'idonea sala del Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto.
La Prima Guerra Mondiale per il Trentino fu un fenomeno di massa, non solo per l’estensione geografica, il numero di soldati mobilitati, la produzione industriale, ma anche per l’esteso e tragico coinvolgimento, per la prima volta nella storia, dei civili.
Un numero particolarmente elevato di abitanti fu arruolato nell’esercito austro ungarico, oltre 60.000 uomini, mentre ancora più drammatico è il numero dei deportati in Boemia, Moravia, Austria, in prevalenza donne con bambini e anziani.

Comunicato Ufficio Stampa PAT del 2/05/2018