Attenzione! Abilita i javascript nel tuo browser per una completa visualizzazione del sito

IL PRESIDENTE MATTARELLA SUL DOSS TRENTO IN ONORE DI CESARE BATTISTI

IL PRESIDENTE MATTARELLA SUL DOSS TRENTO IN ONORE DI CESARE BATTISTI

Visita al Mausoleo e poi bagno di folla in Piazza Dante

Un momento solenne e carico di significati quello vissuto questa mattina sul Doss Trento, dove è arrivato il Capo dello Stato, Sergio Mattarella che ha voluto rendere omaggio, nel suo primo impegno ufficiale nell'ambito dell’Adunata 2018, al Mausoleo di Cesare Battisti. Accolto dal presidente della Provincia, Ugo Rossi, dal sindaco Alessandro Andreatta, dalla presidente del Senato, Maria Elisabetta Casellati e dal Ministro della Difesa Roberta Pinotti, il presidente della Repubblica ha depositato una corona di fiori per ricordare il sacrificio di Battisti ed onorare così tutti i caduti. Un gesto simbolico, che esprime pienamente lo spirito di riconciliazione e di pace che la 91^ Adunata degli Alpini, tenuta a Trento nel Centenario della fine della Grande Guerra, ha voluto rappresentare. Mattarella si è poi intrattenuto per alcuni minuti con Mimma e Marco Battisti, nipoti del martire che riposa sul Doss Trento.

Successivamente, il Capo dello Stato ha fatto tappa al Cimitero di Trento, per poi giungere in Piazza Dante, accolto dall'entusiasmo di migliaia di cittadini. Prima di salire sul palco, allestito di fronte al palazzo della Regione, Mattarella, accompagnato dal presidente Rossi è entrato nel palazzo della Provincia, dove ha avuto un colloquio di alcuni minuti con i rappresentanti delle istituzioni. Il presidente della Repubblica ha lasciato Trento poco prima di mezzogiorno, non prima di aver salutato, come è sua consuetudine, alcuni cittadini recandosi direttamente fra la gente.

Il Mausoleo dedicato a Cesare Battisti si trova sulla riva destra dell’Adige, sede dei più antichi insediamenti umani dell’area.Venne realizzato su progetto dell'architetto Fagiuoli ed inaugurato nel 1935 alla presenza del Re, Vittorio Emanuele III.

La parte superiore presenta una struttura a colonne, la parte inferiore ospita il sacello con le spoglie dell'irredentista e un busto marmoreo, opera dello scultore trentino Eraldo Fozzer.

All'interno, un allestimento curato dalla Fondazione Museo storico del Trentino (“Cesare Battisti. 4 febbraio 1875 - 12 luglio 1916”), ripercorre le tappe della vita di Battisti: la famiglia, la formazione e gli studi, l’impegno politico, gli affetti, la guerra e la condanna a morte.

Comunicato Ufficio Stampa PAT del 13/05/2018